MONICA SILVIA VERTICALE


PSICOLOGO / PSICOTERAPEUTA COGNITIVO COMPORTAMENTALE
P.IVA: 12338930154 - Via I Maggio 39 Tavazzano LODI
Telefono: 338 955 17 14 . monica.verticale@informamente.com

81.PNG

Disturbo Oppositivo Provocatorio:

‚Äč
Il Disturbo Oppositivo Provocatorio è più che un cattivo comportamento. Si verifica quando le emozioni e i pensieri di un bambino non
sono in equilibrio e portano il bambino a sfidare e a non ascoltare le richieste del genitore.


Nel Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali, nella sua quinta edizione (DSM 5), il disturbo oppositivo provocatorio è definito
come un insieme ricorrente di sintomi di umore irritabile, comportamento aggressivo, sfidante o vendicativo che dura da almeno 6 mesi.
I bambini con diagnosi di disturbo oppositivo provocatorio presentano un comportamento negativo, sfidante e disobbedente, in modo
eccessivo, verso gli adulti e l'autorità. I bambini con Disturbo oppositivo provocatorio spesso hanno rapporti conflittuali con i coetanei e
figure di autorità come i genitori e gli insegnanti.
Circa il trentatrè per cento dei bambini con disturbo oppositivo provocatorio sviluppa successivamente un Disordine della condotta e il
quaranta per cento di questi ultimi svilupperà in ultima analisi un Disturno di Personalità Antisociale in età adulta.


I bambini con Disturbo oppositivo provocatorio hanno anche un elevato tasso di altri disturbi coesistenti quali: il Deficit dell'Attenzione e
l'iperattività motoria e i disturbi dell'umore per i quali necessitano di essere seguiti.


Sintomi
Per avere una diagnosi di disturbo oppositivo provocatorio, un individuo deve avere almeno 4 sintomi tra i seguenti:
Umore arrabbiato / irritabile
Cambiamento del temperamento
Spesso sensibile o facilmente infastidito
Spesso arrabbiato e risentito


Comportamento polemico/ oppositivo
Spesso discute con figure di autorità o con adulti (se un bambino o adolescente)
Spesso sfida o si rifiuta attivamente di soddisfare le richieste di figure autoritarie
Spesso infastidisce deliberatamente gli altri
Spesso accusa gli altri per i suoi errori o il cattivo comportamento


Comportamento Vendicativo
È stato oppositivo o vendicativo almeno due volte negli ultimi 6 mesi

 

I sintomi si distinguono dai comportamenti che sono appropriati allo sviluppo dei bambini a seconda dell'età. Ad esempio, per i bambini
di età inferiore a 5 anni, il comportamento oppositivo dovrebbe avvenire nella maggior parte dei giorni;
I sintomi possono essere presenti a casa, a scuola o in tutte e le altre situazioni sociali.


Cause
I fattori che causano un disturbo oppositivo provocatorio non sono chiari. Non esiste una singola causa. Tuttavia, sono state identificate
tre gruppi di fattori di rischio:
Fattori Biologici
Molte autori credono che i fattori biologici siano importanti.
I bambini con disturbo oppositivo provocatorio possono provenire da una famiglia con una storia di disturbi (ad esempio disturbo
oppositivo provocatorio, disturbo da deficit dell'attenzione e iperattività motoria, abuso di sostanze o disturbi dell'umore).
Possono nascere con un temperamento infantile difficile. Oppure possono avere bassi livelli di eccitazione o bassi livelli di cortisolo
quando sono esposti alla frustrazione, causando loro più probabilità di porsi con atteggiamenti di lotta e conflitto per aumentare questi
livelli.


Capacità genitoriale
I bambini possono avere temperamenti diversi. Alcuni bambini sono più facili da gestire mentre altri più difficili. Molti genitori
rispondono ai bambini difficili con atteggiamenti duri, coercitivi, inconsistenti, trascuranti o che generano abuso.
Di conseguenza, questi bambini hanno difficoltà ad attaccarsi e non riescono a leggere le indicazioni educative per agire in modo
socialmente appropriato.


La ricerca mostra anche che il comportamento dei bambini oppositivi e aggressivi è fortemente correlato con un atteggiamento di
parentela aggressiva che utilizza la punizione corporale.


Stress
genitori con alti livelli di stress hanno maggiori probabilità di utilizzare strategie genitoriali inefficaci e causare ancora maggiore stress
per la famiglia.
Anche i fattori di stress esterni (come la povertà, la mancanza di struttura e la violenza comunitaria) o fattori di stress interni (ad es.
genitore singolo, depressione genitoriale, abuso di sostanze, comportamenti antisociali, comportamenti aggressivi, cattivo
funzionamento familiare, violenza domestica o abuso di minori)
Questi fattori di stress possono generare nel bambino un trauma, creando un Disturbo Post Traumatico Stress (PTSD).


I bambini traumatizzati mostrano un comportamento sfidante e oppositivo perché il trauma induce ad essere più vulnerabili agli stress e
compromettere la loro capacità di regolare le proprie emozioni e comportamenti.

 

Gli studi scientifici suggeriscono che il 1-20% dei bambini e degli adolescenti abbia un disturbo oppositivo provocatorio. In genere inizia
all'età di 6-8 anni.

 


Trattamento del disturbo oppositivo provocatorio


I trattamenti sono differenti in base a molti fattori, tra cui l'età del bambino, la gravità dei sintomi e la capacità del bambino di partecipare
e tollerare terapie specifiche. Un piano di trattamento dovrebbe mirare a modificare i comportamenti disfunzionali. I trattamenti e gli
interventi di solito consistono in una combinazione di formaziione dei genitori, psicoterapia cognitivo comportamentale e in alcuni casi
anche la terapia farmacologica.


Tutti i bambini possono essere irascibili e scontrosi in alcuni momenti ma se avete un rapporto sempre conflittuale con vostro figlio,
contattatemi per un aiuto che riporterà serenità in famiglia.

Create a FREE Website